Navigation – Plan du site

Provare «l’ultimo valor» di amore. Sensualità ed erotismo negli Amorum libri di Boiardo

Tiziano Zanato
p. 21-42

Extrait du texte

Ce document sera publié en ligne en texte intégral en octobre 2017.

Aperçu du texte

L’avvio dell’«epthalogos», vale a dire di Amorum libri I 50, è una dichiarazione di poetica che getta luce su una delle leve fondamentali dell’ispirazione boiardesca:

Quella amorosa voglia
che a ragionar me invita
n rime ascose e crude [...].

In questi versi, la spinta all’ispirazione viene riconosciuta nella amorosa voglia, quel prorompente desiderio di possesso della donna amata che invita alla poesia, declinabile, in questo caso, in rime ascose e crude: affermazione da interpretare nel contesto della lirica, ma anche più in generale estendibile al processo di mimetizzazione di una materia, quella legata alla sfera erotica, poco convenzionale all’interno della lirica d’amore in volgare. Va infatti preliminarmente chiarito che l’Eros di Boiardo non è mai esplicito, non si spinge a espressioni o situazioni sessualmente evidenti, come spesso accade negli elegiaci latini, nonostante la lirica degli Amorum libri risulti ricca, e talora sovrabbondante, da questo punto di vista. Tale ...

Haut de page

Pour citer cet article

Référence papier

Tiziano Zanato, « Provare «l’ultimo valor» di amore. Sensualità ed erotismo negli Amorum libri di Boiardo », Italique, XVII | 2014, 21-42.

Référence électronique

Tiziano Zanato, « Provare «l’ultimo valor» di amore. Sensualità ed erotismo negli Amorum libri di Boiardo », Italique [En ligne], XVII | 2014, mis en ligne le 01 octobre 2017, consulté le 27 mars 2017. URL : http://italique.revues.org/382 ; DOI : 10.4000/italique.382

Haut de page

Droits d’auteur

© Tous droits réservés

Haut de page