Navigation – Plan du site

«Benché ’l sol decline / vince un solraggio suo tutte le stelle». La parabola amorosa nelle Rime di Celio Magno

Giacomo Comiati
p. 103-140

Extrait du texte

Ce document sera publié en ligne en texte intégral en octobre 2017.

Aperçu du texte

Il canzoniere di Celio Magno (1536-1602) venne pubblicato a Venezia per i tipi di Andrea Muschio nel 1600 in un’edizione autorizzata dall’autore, che raccolse insieme alle sue rime anche quelle dell’amico Orsatto Giustinian (1538-1603) Sebbene la stampa apparve solo due anni prima della morte di Magno, diverse composizioni ebbero una precedente ed autonoma vita editoriale, che, grazie ad una parallela circolazione manoscritta di molti altri suoi testi, procurarono al poeta la stima e l’ammirazione dei contemporanei.

Il libro di rime si articola in 137componimenti e presenta un’unica partizione interna di marca autoriale, quella che separa la silloge conclusiva di argomento religioso dal resto della raccolta (prima del sonetto 125, infatti, si incontra la titolatura «Spirituali»). Sebbene l’autore non suddivida con altre didascalie la restante materia poetica, il monolitismo di questa prima macrosequenza si dissolve nel momento in cui la raccolta viene osservata con più attenzione. E...

Haut de page

Pour citer cet article

Référence papier

Giacomo Comiati, « «Benché ’l sol decline / vince un solraggio suo tutte le stelle». La parabola amorosa nelle Rime di Celio Magno », Italique, XVII | 2014, 103-140.

Référence électronique

Giacomo Comiati, « «Benché ’l sol decline / vince un solraggio suo tutte le stelle». La parabola amorosa nelle Rime di Celio Magno », Italique [En ligne], XVII | 2014, mis en ligne le 01 octobre 2017, consulté le 18 août 2017. URL : http://italique.revues.org/388 ; DOI : 10.4000/italique.388

Haut de page

Droits d’auteur

© Tous droits réservés

Haut de page